VENDITA CAFFè IN CIALDE

LA STORIA DEL CAFFÈ

Non sappiamo esattamente come sia comparsa la pianta della Coffea, ed esistono molte leggende sulla nascita del caffè. Sappiamo con certezza solo che la pianta nasce in Etiopia nel territorio di Moka.
Al di là delle storie sull’origine del caffè, tutte avvolte nel mistero, l’unico dato certo è che, col passare dei secoli, il consumo della bevanda nera è aumentato sempre di più, creando un mercato mondiale di notevole importanza. 

L’Africa, il continente originario nella coltivazione del caffè di ottima qualità, a causa del clima torrido con scarsità di piogge, è ormai diventato un produttore marginale. La coltivazione, grazie allo sviluppo dei traffici commerciali marittimi, si è spostata verso climi più favorevoli, come nelle Americhe, e ad oggi i grandi produttori di caffè sono gli stati di India, Vietnam e Cina.


Il Caffè: l'affascinante storia tra mito e realtà


Si narra che in Abissinia un immenso incendio si propagò in un altrettanto immenso territorio, dove numerose piante di caffè crescevano spontaneamente. Per decine di chilometri il profumo di questa tostatura "casuale" si diffuse, risvegliando così la curiosità della popolazione su quell'aroma inebriante.

Un'altra credenza sulle origini della pianta del caffè, si basa sulla leggenda diffusa presso gli Arabi, secondo la quale il Profeta Maometto fu punto da una mosca tse-tse e colpito dalla malattia del sonno. Per guarirlo, l’Angelo Gabriele inviato da Allah, lo risvegliò grazie ad una bevanda calda, nera ed amara, una medicina denominata kaweh che contribuì a guarirlo e gli fece riacquistare il vigore giovanile, grazie alle sue proprietà.

Una terza leggenda narra che alcuni pastori, osservarono le proprie greggi mangiare delle bacche rosse, e riscontrarono nelle pecore una strana eccitazione, oltre ad una prolungata insonnia. Per curiosità, provarono a fare un decotto di tali piante, insieme ai monaci del vicino convento. Grazie alla misteriosa bevanda, i monaci rimasero svegli senza fatica durante la recita delle preghiere notturne, adottando il decotto come ricostituente fisico e spirituale.

Nel Cinquecento, l’espansione dell’Impero Ottomano e dei suoi velieri commerciali, portarono il caffè a conquistare i favori delle popolazioni del Mediterraneo e, col tempo, di tutta Europa.
Intorno al 1570, infatti, il caffè arrivò a Venezia grazie al medico e botanico padovano Prospero Alpino, che ne portò alcuni sacchi dall’Oriente, diffondendone la preparazione.

Scegli la qualità: Torrefazione Scolari

Fin dalla fondazione della Torrefazione Scolari, selezioniamo la miglior qualità di caffè verde, con una netta preferenza per il crudo di qualità Arabica - un caffè più delicato, con minore quantità di caffeina, e un retrogusto che ricorda la frutta, il cioccolato, il pan tostato.
Non abbiamo mai tralasciato neanche il caffè di qualità Robusta, orientandoci esclusivamente verso il crudo Indiano Monsonato, un caffè a grana grossa, dal gusto pulito, con poca presenza di caffeina, sostanzialmente esente da difetti.

La nostra filosofia di lavoro si basa sulla fidelizzazione dei clienti, per renderli sempre più soddisfatti della torrefazione tramite la proposta di un caffè di qualità superiore, ad un prezzo ottimale e una presenza costante di nuovo caffè, settimanale, in modo da poter rispondere velocemente ad ogni richiesta della clientela.

Qualità Arabica:
sapore avvolgente

Originaria dell'Etiopia, la Coffea Arabica è la pianta del caffè che prediligiamo: un arbusto che raggiunge anche i 6 m di altezza, sfruttato per ottenere il frutto del caffè, destinato alla torrefazione.
La varietà Moka è la più rinomata, coltivata prevalentemente in Arabia rappresenta una qualità che produce dei chicchi di caffè piccoli ma molto aromatici, di color verde rame e dalla forma piatta e allungata, con un solco centrale molto sinuoso.
Il chicco di caffè è il seme della pianta, all'interno del frutto, il quale contiene due semi avvolti nel pergamino, una membrana protettiva, e della mucillagine creata dalla polpa zuccherina del frutto.

Altre varietà dell'Arabica sono la Tipica, la Bourbon e la Maragogype. Dall’origine in Africa, ormai la pianta del Caffè è stata trapiantata in tutti i paesi tropicali, dove ha trovato addirittura terreni più fertili e condizioni climatiche migliori. Ad oggi, sia il Centro America sia l'Indonesia producono caffè di alta qualità e sapore avvolgente.
Geneticamente l’Arabica è l’unica specie di Coffea dotata di 44 cromosomi e, dal punto di vista chimico, il contenuto di caffeina è variabile tra lo 0,9% e l’1,7%.

Qualità robusta:
gusto forte e deciso

La Coffea Robusta è originaria dello Zaire, territorio dell'Africa centrale, e possiede delle foglie cerose, appuntite e di colore verde scuro, con dei fiori bianchi e profumati.

Dal punto di vista della coltivazione della pianta, per ottenere il caffè dalla Coffea Robusta si utilizzano i suoi chicchi, che sono un po' più piccoli rispetto a quelli della Coffea Arabica - molto più ricchi di caffeina e più aromatici una volta torrefatti.
La Robusta rappresenta, però, una pianta che presenta meno problemi di coltivazione rispetto alle altre varietà di Coffea, e per questo presenta una produzione molto abbondante.

La coltivazione della Coffea Robusta è stata spostata dall’Africa verso terreni più adatti, meno soggetti alle condizioni climatiche avverse, sopratutto dovute alla costante mancanza di acqua nel territorio africano.
L’India è diventata un grande produttore di Caffè Robusta, affinando sempre più la qualità di questa pianta e, di conseguenza, creando una varietà raffinata di chicchi di qualità Robusta per la torrefazione del caffè.

fornitura caffè per bar

Torrefazione Scolari a Cremona
Selezione di caffè, cialde e capsule compatibili

Contatti

I nostri orari:

  • Lunedì: 08.00 - 12.00, 14.00 - 18.00
  • Martedì: 08.00 - 12.00, 14.00 - 18.00
  • Mercoledì: 08.00 - 12.00, 14.00 - 18.00
  • Giovedì: 08.00 - 12.00, 14.00 - 18.00
  • Venerdì: 08.00 - 12.00, 14.00 - 18.00
  • Sabato: chiuso
  • Domenica: chiuso
Torna su